Settore spaziale

Grazie alle sue proprietà, la fibra di carbonio, inserita in un ecosistema di innumerevoli altre tecnologie ha trovato numerose applicazioni anche in campo aerospaziale. Dal punto di vista delle STS è  riduttivo attribuire unicamente alle proprietà del materiale la spiegazione di questo successo in quanto è gran parte determinato da una molteplicità di attori che Bijker definisce come gruppi sociali pertinenti.

Tra questi gruppi sociali , sono sicuramente di grande rilevanza gli ingegneri aerospaziali, i quali si inseriscono in quella rete che, in questo Blog, stiamo cercando di analizzare per descrivere e comprendere quali attori abbiano contribuito al successo di questo artefatto. I composite mirrors, descritti da Yang sono un esempio di rete di attori.

SpaceX

Tra i gruppi sociali pertinenti (Bijker 2006), ovvero  coloro che utilizzano e danno significato all’artefatto,  possiamo inserire l’ unica compagnia privata, Spacex, che è stata in grado di riportare sulla terra un razzo dopo averlo lanciato in orbita. questo fatto è  rilevante perchè come nel caso dello Space Shuttle la possibilità di riutilizzare lo stesso mezzo è vantaggiosa dal punto di vista economica siccome permette un ridimensionamento dei costi.

Cos’è SpaceX

SpaceX è un’agenzia spaziale privata che nasce nel 2002, fondata dall’ imprenditore di origini sudafricane nonché fisico di formazione, Elon Musk. L’ obiettivo dichiarato dall’ azienda aerospaziale è quello di rivoluzionare l’accesso allo spazio e in un futuro rendere possibile la vita dell’uomo su altri pianeti. SpaceX  è stata capace di sfruttare in diversi modi la versatilità della fibra di carbonio per esempio fabbricando serbatoi del carburante più leggeri e quindi, a parità di peso lordo, in grado di contenere più materiale.

Rapporto circolare tra tecnologia e uomo

In ambito aerospaziale possiamo analizzare la fibra di carbonio come artefatto inserito in un ecosistema di altre tecnologie (Ogburn, 2006). La  tecnologia, in questo contesto è  ambiente dove artefatti e uomini interagiscono producendo cambiamenti vicendevoli dove i primi vengono sviluppati mentre i secondi si ridefiniscono e modificano le proprie ambizioni.  La volontà di conquistare un nuovo pianeta è un perfetto esempio di come le innovazioni tecnologiche non solo vengano modificate e utilizzate  dall’uomo per le proprie esigenze, ma in qualche modo,  la tecnologia retroagisce sull’ attore umano in quanto spinge l’individuo a cercare nuove scoperte. Questa azienda, come illustriamo meglio  nella sezione riguardante la ri-applicazione, utilizza un sistema economico circolare (Jonny Hazell, 2017). La possibilità di poter riutilizzare l’ artefatto è quindi tra le necessità principali di industria, tecnologia e società. 

Il video qui sotto illustra il processo di lavorazione del serbatoio di uno shuttle interamente realizzato in fibra di carbonio.

 

Pubblicità